Sei qui: Home FILCA CISL Notizie Settore Legno e Arredamento NATUZZI, VIA LIBERA A CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ E INVESTIMENTI

NATUZZI, VIA LIBERA A CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ E INVESTIMENTI

Via libera all’Accordo quadro per la Natuzzi, che era stato firmato il 13 gennaio scorso e poi approvato dal 98% dei lavoratori del Gruppo. L’intesa, firmata al ministero del Lavoro da Natuzzi e dai sindacati di categoria Filca, Feneal, Fillea, Fisascat, Uiltucs e Filcams, prevede contratti di solidarietà per 1818 lavoratori, tra produzione ed uffici, a partire dal 2 maggio negli stabilimenti di Jesce 1, Jesce 2, Laterza, Santeramo e Matera.

Gli esuberi inizialmente previsti, che erano ben 1550, sono stati ridotti a 534. Altri 500 lavoratori saranno collocati in cassa integrazione guadagni straordinaria nel sito di Ginosa: 100 di loro rientreranno in produzione entro metà ottobre 2015, altri 100 saranno ricollocati in newco, presumibilmente entro il 2015, mentre per i restanti 300 lavoratori si proseguirà nella ricerca di soluzioni occupazionali esterne, e potranno accedere alla mobilità volontaria incentivata. L’intesa, inoltre, prevede investimenti complessivi pari a 25 milioni di euro. “L’accordo è positivo – dichiarano i segretari nazionali di Feneal, Filca e Fillea, Fabrizio Pascucci, Paolo Acciai, Marinella Meschieri – ed è indispensabile a rilanciare l’azienda, ma soprattutto a garantire l’occupabilità e la prosecuzione della produzione in Italia attraverso il rientro dalla Romania. Resta però la questione della copertura dei contratti di solidarietà, perché l’utilizzo di tale strumento, da noi a lungo sostenuto come alternativa ai licenziamenti, è legato alle misure di decontribuzione, su cui ad oggi non c’è copertura adeguata. Infatti, la Legge di Stabilità 2015 – spiegano – ha stanziato soltanto 15 milioni per la decontribuzione a favore delle aziende che scelgono di applicare questo strumento, mentre le domande pervenute nel solo 2014, secondo i dati del ministero del Lavoro, sono quantificabili in 150 milioni, 10 volte di più dello stanziamento”.

"L’Accordo siglato oggi è un passo importante per il mantenimento dei posti di lavoro in una della aziende leader del settore del mobile imbottito, ha spiegato il Segretario Generale della Filca Cisl di Bari Antonio Delle Noci. Questo accordo è il frutto di un lungo percorso fatto da tutti gli attori della trattativa che hanno dimostrato senso di responsabilità. Inoltre, ha proseguito Delle Noci, oltre all'aver scongiurato 1500 licenziamenti, nell'accordo è prevista la costituzione di un comitato consultivo formato da vertici aziendali e sindacali, primo caso in Italia, che analizzerà con cadenza semestrale gli aspetti finanziari e strategici del Gruppo Natuzzi".

Filca CISL Bari